Quando centinaia di migliaia di email passano attraverso il vostro criterio politica DMARCsi è tentati di lasciar scorrere le e-mail. Ma se non monitorate le vostre campagne, vi sfuggiranno molti problemi e clienti che sono passati attraverso il vostro elenco non sicuro. Il monitoraggio della consegna e il reporting del servizio Domain-based Message Authentication, Reporting and Conformance (DMARC) sono essenziali per risolvere i problemi di frode via e-mail. Il DMARC filtra le e-mail in base all'indirizzo dell'originatore, noto anche come indirizzo del mittente, al campo e-mail del destinatario e al dominio del destinatario.

"Come faccio a monitorare il DMARC?", vi sarete spesso chiesti. Ecco tutto quello che c'è da sapere sul monitoraggio. 

DMARC - In breve

Il DMARC è un protocollo che aiuta a definire l'aspetto delle e-mail. Inoltre, identifica se il destinatario può accedere o meno al messaggio.

DMARC è uno standard di settore che fornisce l'autenticazione delle e-mail e misure anti-spam per oltre 100 milioni di utenti in più di 190 Paesi.

Il DMARC vi aiuta:

  • Rilevare quando gli utenti cercano di inviare e-mail attraverso il vostro dominio che non possiedono o quando il loro indirizzo e-mail è stato alterato.
  • Identificare gli spammer che cercano di entrare nella vostra casella di posta fingendo di essere qualcun altro per indurre gli utenti a cliccare su link che non dovrebbero.

Che cos'è il monitoraggio DMARC?

Il monitoraggio DMARC verifica che i messaggi e-mail in uscita vengano consegnati ai destinatari previsti. Il suo scopo è quello di fornire visibilità sul modo in cui i server di posta dei destinatari elaborano i messaggi e-mail. In questo modo è possibile determinare se i messaggi in uscita raggiungono o meno il destinatario previsto.

Quando si utilizza un provider di servizi di posta elettronica (ESP) che usa DKIM o DomainKeys Identified Mail, è possibile utilizzarlo per verificare le firme DKIM o DomainKeys Identified Mail. Ciò consente di identificare se un messaggio sconosciuto è stato inviato dal vostro dominio e non da un impostore che finge di essere il vostro dominio.

Inoltre, può essere utilizzato anche con i record SPF, che consentono di identificare se un mittente sconosciuto è autorizzato a inviare a vostro nome prima di aggiungerlo come mittente nella casella di posta locale del server di posta del destinatario.

Perché è necessario il controllo DMARC?

È possibile raggiungere il DMARC in fase di applicazione e monitorare chi invia e-mail dal proprio dominio. È inoltre possibile intervenire per impedire l'invio di mittenti indesiderati. Pur non essendo una panacea, l'applicazione del DMARC fornisce al vostro software di posta elettronica una protezione aggiuntiva e consente il BIMI. Anche se il logo della vostra azienda appare poco nella casella di posta, aiuta i destinatari a fidarsi delle vostre e-mail aumentando il riconoscimento del marchio.

Come si monitora il DMARC?

Lo standard DMARC (Domain-based Message Authentication, Reporting & Conformance) è un insieme di best practice per l'autenticazione delle e-mail. Il DMARC non è un protocollo di sicurezza delle e-mail, ma fornisce alcuni strumenti per mantenere puliti e sani i sistemi di autenticazione delle e-mail.

La chiave per mantenere una buona politica DMARC è il monitoraggio. Non ha senso avere una buona politica DMARC se non si osserva la sua efficacia o si ignorano i rapporti che la confermano. Le e-mail inviate da dove e a chi dovrebbero essere bloccate non possono essere ricordate a memoria. Il monitoraggio consente di sapere quando qualcosa è cambiato e se è necessario intervenire immediatamente.

Inoltre, potete assicurarvi che tutte le e-mail legittime vengano consegnate ed evitare che vengano inviate e-mail fasulle dal vostro dominio utilizzando l'analizzatore DMARC. analizzatore DMARC. Se smettete di fare spoofing, non vi limitate a proteggere il vostro marchio. State assicurando la sopravvivenza della vostra azienda.

1. Pubblicare il record DMARC Strumento di analisi DMARC.

Il primo passo consiste nel pubblicare il proprio record DMARC. Questo semplice processo richiede la compilazione di un modulo. Tuttavia, è importante perché consente di dimostrare di aver compiuto tutti i passi necessari per conformarsi agli standard DMARC. È possibile generare automaticamente un record DMARC con un generatore gratuito di record DMAC. Generatore di record DMAC strumento

Questo strumento di generazione DMARC è estremamente facile da usare e crea un record DNS DMARC legittimo e privo di errori per il vostro dominio. Create un record DMARC utilizzando i semplici metodi indicati di seguito:

  • Creare un criterio di dominio e sottodominio.
  • Scegliete le opzioni di allineamento del protocollo.
  • Ricevere rapporti giornalieri di riepilogo inviati al vostro indirizzo e-mail.
  • Per creare un record DMARC, fare clic su questo pulsante.

2. Creare l'account di tracciamento

Dopo aver completato la fase 1, potrete registrare un account gratuito. Il vostro account vi consentirà di monitorare i rapporti e gli avvisi di altre organizzazioni che utilizzano il nostro servizio di blocco delle e-mail.

3. Verificare le fonti del mittente

Il vostro record DMARC non serve a molto se non include tutti gli indirizzi IP del mittente! Prima di inviare qualsiasi e-mail attraverso il vostro sistema, assicuratevi di inviarla da indirizzi IP mittente validi presenti nell'elenco dei mittenti approvati. 

4. Raggiungere l'applicazione del DMARC

È possibile modificare il record DMARC con un criterio di "quarantena" o "rifiuto", noto anche come applicazione del DMARCdopo aver determinato che tutta la posta valida passa il DMARC.

I proprietari dei domini possono indicare ai destinatari di inviare le e-mail fraudolente e non autenticate alla cartella spam o di rifiutarle completamente utilizzando l'applicazione del DMARC. I proprietari dei domini riceveranno segnalazioni di IP dannosi che tentano di creare uno spoofing del loro dominio se l'applicazione del DMARC non è implementata correttamente. Tuttavia, non potranno impedire agli abusatori di domini e agli impersonatori di creare scompiglio.

Solo i domini di invio autorizzati possono trasmettere il messaggio, grazie all'applicazione del DMARC. Per utilizzare BIMI è necessario aver attivato uno di questi criteri. BIMI. Un criterio "nessuno" impedisce al mittente di utilizzare BIMI.

5. Monitoraggio in corso

È opportuno tenere sotto controllo i risultati dell'autenticazione DMARC abilitando la funzione Segnalazione DMARC anche dopo essere passati a un criterio di "quarantena" o "rifiuto". Analizzando i domini di un'e-mail e i domini di intestazione (come l'indirizzo del mittente), un report DMARC funge da autenticazione per garantire la coerenza e l'integrità della fonte dell'e-mail. Questo aiuta a prevenire lo spoofing delle e-mail e altri tipi di crimini informatici diretti a privati e aziende. Sarebbe auspicabile dare la massima priorità al controllo del record DMARC per creare una solida postura di sicurezza delle e-mail.

È necessario disporre di un meccanismo per monitorare i cambiamenti nei servizi di invio, se si verificano a causa di problemi interni o di modifiche al servizio. Potete controllare lo stato di autenticazione dei servizi che avete autorizzato e tenere d'occhio eventuali nuovi servizi che potrebbero apparire nei rapporti DMARC giornalieri.

Conclusione

Se siete proprietari di un dominio orientato alla sicurezza, dovete chiedervi: come faccio a monitorare il DMARC? Inoltre, speriamo che le informazioni di cui sopra vi siano state utili. Può aggiungere un ulteriore livello di protezione al vostro email marketing e fornire preziose informazioni su come i vostri destinatari ricevono i messaggi. 

Ma ricordate: anche se il DMARC è un buon passo nella giusta direzione, non è perfetto: dovete assicurarvi che le vostre e-mail siano puntuali e in buone condizioni da parte vostra.

Ultimi messaggi di Ahona Rudra (vedi tutti)