prevenzione della perdita di dati via e-mail

Se inviate dati non criptati attraverso la vostra posta elettronica, potreste volervi proteggere da una situazione di perdita di dati. È qui che entra in gioco la prevenzione della perdita di dati via e-mail con DMARC. La prevenzione della perdita di dati via e-mail (DLP) con DMARC introduce un nuovo livello di protezione per la vostra campagna e-mail.

Il DMARC è utile per applicare i protocolli e gli standard per una forte implementazione della prevenzione della perdita di dati nelle e-mail. Pertanto, impedisce che le informazioni sensibili di un'organizzazione finiscano nelle mani sbagliate.

Che cos'è la perdita di dati via e-mail? 

Quando si parla di perdita di dati e-mail, si intende che l'hacker ha accesso alle vostre e-mail. Può trattarsi di una reimpostazione della password o di un attacco di phishing. In ogni caso, le vostre e-mail sono a rischio.

La perdita di dati e-mail è un problema comune per aziende e privati. Quando i dati e-mail vengono persi, può essere difficile recuperarli.

Può accadere per diversi motivi. La causa più comune è l'errore umano: qualcuno clicca per sbaglio sul pulsante sbagliato o digita l'URL sbagliato. Altre cause includono virus, malware e intercettazioni nefaste, che corrompono il flusso di e-mail di un'organizzazione.

Come può avvenire la perdita dei dati delle e-mail? 

La perdita di dati e-mail può verificarsi nelle seguenti circostanze: 

  • Il vostro account di posta elettronica è stato compromesso 
  • Il vostro dominio e-mail è contraffatto
  • A seguito di attacchi man-in-the-middle
  • Come risultato degli attacchi di spoofing DNS 
  • Come risultato dell'intercettazione delle e-mail in transito
  • Informazioni accidentalmente cancellate o trapelate
  • Le e-mail vengono contrassegnate come spam dal lato del destinatario

Il DMARC aiuta a mitigare la perdita di dati delle e-mail?

Il DMARC può rivelarsi utile contro la perdita di dati di posta elettronica, consentendo ai sistemi di posta elettronica di identificare e gestire i messaggi che potrebbero non essere legittimi.

La prevenzione della perdita di dati via e-mail con DMARC protegge il dominio e-mail dell'organizzazione e altre informazioni di identificazione personale (PII) scambiate via e-mail dalla divulgazione a destinatari indesiderati.

Per ottenere la conformità delle e-mail, è necessario implementare alcuni protocolli e strategie di autenticazione delle e-mail, come ad esempio:

  • SPF e DKIM per identificare i messaggi come provenienti da qualcuno autorizzato a inviarli.
  • Le e-mail vengono inviate ai giusti destinatari
  • Durante le transazioni online via e-mail non si verificano perdite di dati o intercettazioni di comunicazioni.

Questo, a sua volta, offre un elevato grado di protezione contro gli attacchi di spoofing, phishing e ransomware perpetrati tramite posta elettronica. 

La prevenzione della perdita di dati (DLP) è un processo che va oltre gli avvisi e i rapporti per proteggere i dati più sensibili applicando le regole di conformità. Di seguito descriviamo come il DMARC si inserisce in questa soluzione DLP molto proattiva con i suoi molteplici vantaggi per la sicurezza delle e-mail.

1. DMARC invia rapporti sulla visibilità del dominio

Il DMARC è un registro di proprietà dei domini che funge da unica fonte di verità per tutti i domini che inviano messaggi e-mail. Il DMARC consente ai ricevitori di inviare rapporti aggregati che forniscono una serie di informazioni sulle fonti di invio e sullo stato di autenticazione, aiutando a identificare spam, phishing e altre attività nefaste che potrebbero causare la perdita di dati e-mail.

Questi report contengono informazioni come l'indirizzo SMTP del mittente, l'indirizzo SMTP del destinatario e l'oggetto, oltre a informazioni più avanzate come gli indirizzi IP autorizzati e non autorizzati utilizzati per inviare e-mail dai vostri domini, la percentuale di messaggi autenticati correttamente e i casi in cui i protocolli (DMARC, SPF, DKIM) sono stati violati.

Tale visibilità consente di adottare un approccio consapevole al miglioramento del canale e-mail, che può aiutare a prevenire la perdita di dati.

2. Blocca l'invio di messaggi in uscita non validi e di spam.

La perdita di dati e-mail può comportare la perdita di preziosi dati aziendali nelle mani sbagliate. Inoltre, la perdita di dati e-mail può compromettere la reputazione dell'azienda, in quanto le persone non si fidano di voi se sanno che avete perso le loro informazioni riservate.

Il DMARC aiuta a bloccare la consegna di messaggi ridondanti/non desiderati provenienti da fonti di spam che falsificano il vostro nome di dominio.

Ad esempio, DKIM (Domain Keys Identified Mail) utilizza la crittografia a chiave pubblica per firmare i messaggi di un dominio e verificarne l'autenticità. Ciò significa che non vi è alcuna perdita di dati durante il tragitto verso il server ricevente. 

In questo modo si evita anche che gli aggressori man-in-the-middle tentino di intercettare i messaggi prima che raggiungano il destinatario.

3. Blocca i messaggi in arrivo da indirizzi e-mail contraffatti.

Lo spoofing delle e-mail si verifica quando un aggressore invia un messaggio che sembra provenire dal vostro dominio legittimo. Questi messaggi fraudolenti contengono generalmente link di phishing e allegati di ransomware. In questo modo, i dipendenti o i clienti della vostra azienda possono essere indotti ad aprire l'allegato o a cliccare sul link, installando malware sul loro sistema informatico e compromettendo la loro sicurezza.

Il DMARC utilizza l'SPF per impedire che i messaggi di spam in entrata e in uscita provengano da indirizzi e-mail contraffatti. L'SPF fa questo abbinando l'indirizzo IP di un mittente a quello elencato nel record DNS SPF del proprietario del dominio.

Quando i server di ricezione individuano un indirizzo IP diverso, che non corrisponde a quello presente nei record SPF del vostro dominio, utilizzato per inviare illegalmente messaggi di posta elettronica a nome del vostro dominio, sanno che il messaggio non è stato inviato dal vero proprietario del dominio. Tali messaggi non superano l'autenticazione SPF e possono essere segnalati come spam o fraudolenti.

4. Ricevere avvisi istantanei sulle modifiche all'infrastruttura e-mail.

Quando si parla di perdita di dati e-mail, l'unica cosa peggiore di non avere un sistema di allerta è averne uno non abbastanza sensibile. Come proprietari di un dominio, dovete essere in grado di sapere immediatamente quando sono state apportate modifiche alla vostra infrastruttura e-mail, in modo da poter prendere provvedimenti per rispondere efficacemente a tali modifiche, se non sono state apportate da voi.

È qui che entra in gioco il DMARC. Offre alle aziende un modo per monitorare la loro infrastruttura di posta elettronica con un alto grado di sensibilità, perché controlla i segni di abuso e altre attività sospette. Se qualcosa non quadra, invia subito un avviso in modo da poter intervenire subito prima che lo faccia qualcun altro.

Ciò significa che se viene aggiunta o modificata una nuova regola, si riceve un avviso. Questo è utile quando si tratta di prevenire la perdita di dati e-mail su scala, perché consente di sapere immediatamente se c'è stata una violazione nel sistema e-mail.

5. Determina chi invia lo spam

Uno degli aspetti più importanti del DMARC è che riduce il rischio che le vostre e-mail vengano abusate da aggressori che vogliono sfruttare il nome di dominio della vostra azienda per scopi dannosi. Ciò avviene aggiungendo un record nel DNS per ogni e-mail inviata dal vostro dominio, il che vi consente di verificare chi sta inviando spam e perché.

DMARC: non è sufficiente? 

Il DMARC non è sufficiente a prevenire la perdita di dati delle e-mail che può verificarsi per motivi diversi dal phishing, dal ransomware o dagli attacchi di spoofing. Per questo motivo è necessario includere altre misure per una conformità completa. Di seguito ne elenchiamo alcune: 

  1. Backup e ripristino - Si tratta di un'operazione che non è affatto scontata, perché è nell'elenco delle cose che ogni utente deve fare con il proprio computer. Tutto ciò che dovete fare è eseguire regolarmente il backup di tutti i vostri file importanti, in modo che se qualcosa va storto non vadano persi per sempre.
  2. Aggiornare le patch - Sembra una cosa ovvia, ma non tutti sanno quanto sia importante. Se c'è qualcosa che non va nel vostro sistema operativo, le patch devono essere installate subito, in modo che nulla vada storto con il vostro server di posta elettronica o con altri problemi legati al software, con il risultato di perdere di nuovo tutti i file importanti.
  3. Utilizzate la verifica in due passaggi per tutti i vostri account.
  4. Mantenete la vostra password forte e unica
  5. Utilizzate un filtro antispam che utilizza la tecnologia di apprendimento automatico
  6. Utilizzate un provider di servizi di posta elettronica affidabile, che abbia un'esperienza consolidata nella protezione dei dati dei clienti.
  7. Assicuratevi che i server del provider di servizi di posta elettronica si trovino nello stesso Paese in cui si trovano i server della vostra azienda, in modo che possano essere monitorati e regolamentati dalle autorità locali, se necessario.
  8. Non memorizzate le informazioni sensibili sui vostri dispositivi personali o nel cloud, ma utilizzate server dedicati solo a questo scopo.

Siamo qui per aiutarvi a prevenire la perdita di dati e-mail con DMARC

L'e-mail è un potente strumento di comunicazione per le aziende, ma può anche essere sfruttato come un'arma distruttiva se cade nelle mani sbagliate.

Fortunatamente, monitorando i risultati dell'autenticazione, potete assicurarvi che le e-mail non vengano mai inviate o ricevute da persone non autorizzate.

Ed è proprio questo che il nostro analizzatore di rapporti DMARC fa!

Questo strumento di analisi DMARC svolge un ruolo fondamentale nella prevenzione della perdita di dati via e-mail, aiutandovi a monitorare il vostro livello di conformità nel corso dei mesi, a ricevere avvisi via e-mail sugli incidenti forensi, a crittografare i dati forensi per evitare la fuga di dati e a passare a criteri applicati per i vostri protocolli di autenticazione per bloccare gli attacchi in tempo reale.