strumenti di sicurezza per le e-mail

Gli strumenti di sicurezza per le e-mail sono diventati sempre più importanti negli ultimi tempi, poiché le aziende utilizzano quotidianamente la posta elettronica. Un dipendente medio riceve diverse e-mail di spam nel corso della giornata da fonti interne ed esterne, rendendo le e-mail un vettore efficiente per l'avvio di violazioni dei dati. Il volume eccessivo di e-mail attira i dipendenti in un falso senso di sicurezza, perché hanno poco tempo per rispondere a ciascuna di esse. I criminali informatici sfruttano questo aspetto negli attacchi di phishing, che sono aumentati in frequenza e potenza con la posta elettronica basata sul cloud.

A livello globale, entro il 2021 saranno inviati e ricevuti oltre 319 miliardi di e-mail. Le proiezioni future indicano che entro il 2025il traffico giornaliero di e-mail raggiungerà i 376 miliardi. Le organizzazioni devono dotarsi di una solida struttura di sicurezza per le e-mail, per ridurre i pericoli di sfruttamento che potrebbero colpire l'intera azienda. Questo obiettivo può essere raggiunto sfruttando strumenti di sicurezza della posta elettronica che diano risultati.

Minacce comuni alla sicurezza delle e-mail

La posta elettronica è comunemente oggetto di attacchi poiché è ampiamente utilizzata, generalmente compresa e utilizzata per connettersi con entità esterne. Gli aggressori possono utilizzare la posta elettronica per compromettere l'accesso alle risorse IT, ottenere informazioni private o impossessarsi del dominio di posta elettronica di un'organizzazione. Di seguito sono elencati alcuni pericoli comuni per i sistemi di posta elettronica:

  • Spam: L'invio di messaggi di posta elettronica commerciali di massa non desiderati è un messaggio non richiesto o spam. Tali messaggi possono potenzialmente ridurre la produttività degli utenti, richiedere eccessivamente le risorse IT e fungere da veicolo per la diffusione di malware.
  • Phishing: Le e-mail di phishing sono simili allo spam, ma sono più personalizzate e spesso mirano a indurre le vittime a rivelare direttamente informazioni sensibili.
  • Vulnerabilità nei server di posta elettronica: Una falla nella sicurezza del vostro server e-mail può portare a una catastrofe, rivelando tutte le e-mail (inviate e ricevute) e rendendo più semplice per gli hacker infettare i sistemi IT circostanti spostandosi attraverso la rete interna.
  • Boot malevolo e attacco DDoS: Gli attacchi DDoS ai server di posta elettronica sono tipicamente rivolti alle aziende B2B, poiché molte delle loro vendite sono condotte attraverso la corrispondenza elettronica. Mentre gli attacchi DDoS ai server web sono più frequenti nelle aziende B2C, poiché queste dipendono dai loro siti web per generare vendite.
  • Ingegneria sociale: Un aggressore può utilizzare la posta elettronica per ottenere informazioni riservate dagli utenti dell'azienda, invece di entrare nel sistema o convincere gli utenti a eseguire attività che renderebbero l'attacco efficace.

Un elenco completo di strumenti per la sicurezza delle e-mail per le aziende

Vediamo alcuni strumenti per la sicurezza delle e-mail, facili da implementare ma efficaci contro un'ampia gamma di attacchi basati sulle e-mail:

DMARC - Uno strumento di autenticazione delle e-mail

Il DMARC utilizza l'allineamento dei domini per verificare la legittimità e l'autorità delle e-mail inviate dal vostro dominio. Utilizza Sender Policy Framework (SPF) e DomainKeys Identified Mail (DKIM) per effettuare il processo di convalida del mittente.

Il DMARC fornisce anche un modo per specificare ai ricevitori come gestire le e-mail non corrette. Per sfruttare il protocollo per la protezione contro lo spoofing, è necessaria una politica di quarantena/rifiuto, che può essere piuttosto complicata. Per evitare di commettere errori, è necessario configurare un analizzatore di analizzatore DMARC è consigliabile.

DKIM

Un destinatario può verificare che il proprietario del dominio abbia approvato un'e-mail proveniente da un dominio specifico utilizzando la funzione DomainKeys Identified Mail (DKIM). L'aggiunta di una firma digitale alle e-mail consente a un'organizzazione di assumersi la responsabilità della loro trasmissione.

È possibile configurare DKIM da solo o combinarlo con SPF e DMARC per una maggiore protezione. DKIM è efficace anche contro gli attacchi man-in-the-middle e la gestione della verifica durante gli scenari di inoltro della posta. 

SPF

Un'organizzazione può decidere chi è autorizzato a inviare messaggi di posta elettronica dai propri domini utilizzando il Struttura dei criteri del mittente (SPF). Questo meccanismo di validazione delle e-mail viene utilizzato per l'identificazione del mittente e la verifica del percorso di ritorno.

L'SPF può essere implementato da solo. Tuttavia, se un'organizzazione utilizza spesso mailing list per inviare messaggi di massa, la combinazione di SPF con DKIM e DMARC impedirà ai messaggi legittimi di non essere autenticati. 

Servizi di crittografia PGP

Le e-mail possono essere crittografate con PGP, acronimo di Pretty Good Privacy. La crittografia è il processo di codifica del testo o di altri dati in un formato inaccessibile senza una chiave. In una e-mail, ciò significa che solo le persone che conoscono la chiave privata del destinatario possono leggere i messaggi inviati con la crittografia PGP.

Ciò avviene attraverso una coppia di chiavi private/pubbliche. La chiave pubblica è memorizzata su un server o su un account online (come Gmail), mentre la chiave privata si trova sul vostro computer. La chiave pubblica è necessaria per inviare messaggi di posta elettronica crittografati, ma non serve per leggerli: serve solo la chiave privata per decifrarli, se li hanno intercettati prima che arrivino a destinazione!

Utilizzo dell'autenticazione a due o più fattori

Nell'autenticazione a due fattori, l'utente deve farsi inviare un codice univoco sul proprio dispositivo (di solito via SMS o e-mail) prima di accedere al proprio account. L'autenticazione a più fattori richiede che l'utente disponga di almeno due forme di identificazione, come il numero di telefono e la password, prima di poter accedere al proprio account.

È essenziale tenere presente che l'autenticazione a più fattori non rende impossibile per chiunque entrare nel vostro account. La rende solo più complessa e ci sono modi per aggirarla se qualcuno vuole entrare nel vostro conto. 

Conclusione

Gli strumenti per la sicurezza delle e-mail possono aumentare la fiducia e rendere più sicure le comunicazioni via e-mail, ma non sono una pallottola d'argento. La sensibilizzazione sulle migliori pratiche di sicurezza della posta elettronica all'interno dell'organizzazione può rivelarsi efficace per ridurre gli errori umani. Semplici accorgimenti come la modifica periodica delle password, lo svuotamento della cartella spam e l'aggiornamento dell'antivirus possono essere d'aiuto! 

In PowerDMARC, i nostri servizi di autenticazione e-mail vi aiutano a creare una solida struttura di autenticazione e-mail per la vostra azienda. È uno sportello unico per tutte le vostre esigenze di autenticazione. Provate voi stessi la nostra piattaforma con una prova gratuita oggi stesso!