passi per prevenire gli attacchi DDoS

Anche in fase nascente, le organizzazioni dovrebbero adottare misure per prevenire gli attacchi DDoS. La protezione DDoS è importante perché consente ad attori malintenzionati di inondare una rete di traffico, causandone l'interruzione permanente o temporanea. Il sovraccarico di traffico interrompe la connettività, impedendo agli utenti legittimi di visitare il vostro sito web.

Questo può portare ad altre forme di crimini informatici come il phishing e lo spoofing, che possono essere mitigati se si usa SPF, DKIM e DMARC.

Questo blog vi illustrerà 10 modi efficaci per prevenire un attacco DDoS e i suoi 3 tipi: attacchi a livello di applicazione, attacchi di protocollo e attacchi volumetrici.

Che cos'è un attacco DDoS?

Un attacco DDoS o Distributed Denial of Service è un crimine informatico in cui gli hacker mirano a mandare in tilt una rete o un server sovraccaricandoli di traffico falso. Il picco imprevisto di messaggi, richieste di connessione o pacchetti di dati travolge il sistema preso di mira causandone il rallentamento o l'arresto. 

È fondamentale prevenire gli attacchi DDoS perché il loro scopo è quello di:

  • Manipolare gli obiettivi per indurli a pagare un riscatto elevato.
  • Interrompere il servizio o le comunicazioni per rivalità professionale.
  • Immagine del marchio Hamper.
  • Distrarre il team di risposta agli incidenti per tentare un attacco più grande.

Le sofisticate tecniche degli attori delle minacce hanno preso di mira persino magnati dell'IT come Google e Amazon Web Services. Pertanto, ogni imprenditore deve praticare e diffondere i metodi di protezione DDoS.

Tipi di attacchi DDoS

Esistono vari tipi di attacchi DDoS, che colpiscono diversi componenti di una connessione di rete, tipicamente raggruppati in attacchi di livello applicativo, di protocollo e volumetrici.

Attacchi al livello applicativo

Attacca direttamente l'applicazione sfruttando specifiche vulnerabilità di sistema come SIP, servizi vocali e BGP. L'intenzione di tentare un attacco DDoS a livello di applicazione è quella di disabilitare l'applicazione a fornire il contenuto desiderato.

Attacchi al livello di protocollo

È importante prevenire gli attacchi DDoS che colpiscono il livello di protocollo, poiché possono esaurire le risorse dei server e le apparecchiature di comunicazione intermedie. 

Attacchi volumetrici

Gli attacchi volumetrici riducono la larghezza di banda del vostro sito web utilizzando tecniche di amplificazione. È difficile da rilevare perché il traffico sembra provenire da più indirizzi IP. 

10 passi per prevenire gli attacchi DDoS?

Potreste non essere in grado di impedire a un aggressore di pianificare un attacco, ma misure preventive adeguate possono sempre aiutarvi. Ecco cosa potete fare.

1. Preparare un piano di risposta DDoS

Il primo passo verso la protezione DDoS è la preparazione di un piano che si concentri su come la vostra azienda risponderà in caso di attacco riuscito. Dovrebbe essere un piano dettagliato; più la struttura è complessa, maggiore è la chiarezza necessaria. Un piano di risposta generale comprende:

  • Una lista di controllo dei sistemi
  • Una squadra di risposta addestrata
  • Protocolli di notifica e di escalation
  • Come proseguire le operazioni
  • Elenco dei sistemi mission-critical
  • Elenco delle entità interne ed esterne che devono essere informate di un attacco.

2. Ridurre l'esposizione della superficie di attacco

È possibile ridurre al minimo la portata dell'attacco e l'intensità del danno riducendo la superficie esposta agli attori delle minacce. Quindi, proteggete i vostri documenti importanti, le applicazioni, le porte, i protocolli, i server e altri punti di ingresso per prevenire gli attacchi DDoS.

Utilizzate un servizio CDN e un WAF sul bordo della rete per bloccare l'accesso diretto alle risorse dei server e delle applicazioni. Questo aiuta a memorizzare nella cache i contenuti a livello globale e a richiedere i servizi da loro. Il WAF filtra tutte le richieste di contenuti non memorizzati nella cache.

È inoltre necessario utilizzare bilanciatori di carico per proteggere i server Web e le risorse di calcolo dall'esposizione. Inoltre, educate il vostro team a pulire regolarmente i siti web o le applicazioni eliminando i servizi irrilevanti. Gli hacker li sfruttano come punti di ingresso.

3. Ridondanza del server

L'utilizzo di più server distribuiti rende difficile per i malintenzionati colpire tutti i server contemporaneamente. Gli altri server rimarranno al sicuro se lanciano un attacco a un singolo dispositivo di hosting. Inoltre, possono sopportare il carico di traffico fino a quando il sistema preso di mira non sarà di nuovo online. 

Per evitare i colli di bottiglia della rete, è possibile ospitare i server in centri dati e strutture di colocazione in diverse aree geografiche. Anche un CDN può aiutare a condividere il carico.

4. Attenzione alle bandiere rosse

Intervenite per la protezione DDoS se notate uno dei seguenti segnali:

  • Scarsa connettività
  • Prestazioni lente
  • Eccesso di traffico su una specifica pagina web o endpoint
  • Incidenti frequenti
  • Traffico insolito proveniente da un singolo gruppo o indirizzo IP.

È importante capire che non solo il traffico ad alto volume è pericoloso, ma anche il traffico a basso volume e di breve durata può portare a violazioni.

5. Rilevamento precoce e profilazione continua del traffico e dei pacchetti

Il rilevamento tempestivo è indispensabile per la protezione DDoS. Il modo più efficace è monitorare il traffico del sito web, le richieste regolari e i pacchetti di dati per comprendere i modelli e il comportamento. Questo aiuta a bloccare il traffico e le richieste dannose e i payload.

Istruite il vostro team a reagire secondo il piano di risposta redatto se notano attività sospette. In questo modo avrete il tempo sufficiente per prevenire gli attacchi DDoS.

6. Eseguire regolarmente valutazioni di vulnerabilità

La valutazione delle vulnerabilità è un esame sistematico delle debolezze di sicurezza di un sistema. La valutazione della rete e delle politiche wireless impedisce l'accesso non autorizzato alle reti private o pubbliche e alle risorse accessibili in rete. Questa valutazione comprende anche le falle nelle applicazioni web e nel loro codice sorgente, utilizzando strumenti di scansione automatizzati.

7. Limitare la trasmissione di rete

È probabile che i criminali informatici inviino richieste a tutti i dispositivi della rete per ottenere il massimo impatto. È possibile contrastare questo tentativo limitando la trasmissione di rete tra i dispositivi. 

Per prevenire gli attacchi DDoS, limitate o disattivate il broadcast forwarding per bloccare un tentativo ad alto volume. Inoltre, educate i vostri dipendenti a disabilitare i servizi di eco e di addebito quando possibile.

8. Garantire una solida sicurezza di rete

L'intensità dell'attacco e la portata del danno aumentano se un aggressore ha tempo sufficiente per accumulare richieste. Un numero eccessivo di richieste su qualsiasi rete è utile per un'individuazione precoce, che limita anche il raggio d'azione dell'esplosione. Ecco alcuni modi per garantire un elevato livello di sicurezza della rete.

  • Firewall e sistemi di rilevamento delle intrusioni per filtrare il traffico.
  • Programmi antivirus e antimalware per rilevare e rimuovere virus e malware.
  • Strumenti per prevenire lo spoofing verificando se un indirizzo di origine è coerente con gli indirizzi di provenienza.
  • Assicuratevi che tutti gli endpoint della rete, come desktop, laptop, dispositivi mobili e così via, siano sicuri. Spesso vengono sfruttati come punti di ingresso per tentare attività dannose. 
  • Segmentazione della rete per separare i sistemi in sottoreti. 

9. Sviluppare e praticare buone abitudini di igiene informatica.

Il vostro team deve essere addestrato a praticare buone abitudini di igiene informatica per prevenire gli attacchi DDoS. Queste includono: 

  • Impostate password forti e cambiatele regolarmente. Una password unica e complessa è composta da almeno 12 caratteri, tra cui numeri, simboli, lettere maiuscole e minuscole. 
  • Evitate di condividere e riutilizzare le password.
  • Utilizzare l'autenticazione a due fattori per aggiungere un ulteriore livello di sicurezza ai vostri account. In questo modo gli hacker non potranno accedervi nonostante il furto delle vostre password.
  • Utilizzate la crittografia dei dispositivi su laptop, tablet, smartphone, unità esterne, nastri di backup e cloud storage per la protezione DDoS.

10. Passaggio al cloud

Il passaggio al cloud non eliminerà le possibilità di attacchi DDoS, ma aiuta a mitigarne gli effetti. L'ampia larghezza di banda del cloud distribuisce i dati. 

Potete anche leggere i 5 migliori strumenti di strumenti per la sicurezza delle e-mail di tutti i tempi per essere sempre all'avanguardia rispetto agli attori delle minacce.

Pensieri finali

Le aziende devono adottare misure per prevenire gli attacchi DDoS, poiché possono avere un impatto sulle finanze, sulle relazioni con i clienti e sul valore del marchio. Iniziate creando un piano di risposta, in modo che il vostro team sappia cosa fare in caso di attacco. Diffondete la consapevolezza di notare i segnali di allarme, come il traffico insolito da un indirizzo IP, la scarsa connettività, la lentezza delle prestazioni, i frequenti arresti anomali, ecc.