Messaggi

Le specifiche email di BIMI danno a un marchio l'agilità di determinare quale logo dovrebbe apparire come mittente per le email in uscita. Il suo approccio unico permette al marchio di creare un'esperienza utente completa non solo con i loro prodotti, ma anche con i loro punti di contatto con i clienti. Invece del logo generico che viene visualizzato di default dal provider di posta elettronica, BIMI aiuta i marchi a fornire un look and feel più professionale alle loro email aziendali e di marketing. Questo può essere utile se un marchio desidera mantenere lo stesso marchio principale e/o utilizzare loghi diversi per contesti diversi.

Quali sono i requisiti chiave per il BIMI?

I proprietari dei domini dovrebbero notare che devono soddisfare alcuni requisiti chiave prima di configurare BIMI per i loro domini. Essi sono i seguenti:

  • Affinché BIMI funzioni, l'applicazione di DMARC è un requisito obbligatorio. Assicuratevi di configurare un analizzatore DMARC per il vostro dominio e passate a una politica di p=reject/quarantine
  • Il passo successivo è quello di avere il logo del marchio di reclamo BIMI al suo posto. Secondo il logo BIMI, il formato di file SVG corretto è SVG Tiny 1.2
  • La visualizzazione del vostro logo BIMI è in definitiva nelle mani del vostro fornitore di caselle postali, quindi assicuratevi che BIMI sia supportato dai vostri fornitori di caselle postali partecipanti
  • Infine, implementate BIMI per il vostro dominio pubblicando il vostro record DNS BIMI

Come creare un record DNS BIMI? 

Per creare e pubblicare il tuo record BIMI, inizia identificando il tuo dominio principale. Questo è il dominio che apparirà come mittente delle vostre email. Considerando che il vostro nome di dominio è domain.com, il passo successivo dovrebbe essere la creazione del vostro selettore BIMI. Simile in funzione ai selettori DKIM, un selettore BIMI è reso dai server di ricezione per estrarre il vostro record BIMI durante una ricerca DNS.

Nota: non è obbligatorio definire un nome per il selettore, poiché si può andare con il selettore predefinito. Tuttavia, se si gestiscono diversi marchi situati su sottodomini e si vuole rendere un logo BIMI diverso per ciascuno di essi, allora è necessario configurare manualmente un'intestazione di selettore BIMI per renderlo possibile.

Esempi di record BIMI

 

Registrazione BIMI senza VMC:

Registrazione BIMI con VMC:

 

Nota: Se non avete creato il nome del vostro selettore BIMI, il nome sarà mantenuto come "default", nel qual caso il valore del campo "host" sarà "default._bimi.domain.com".

Ho pubblicato il mio record BIMI, e adesso? 

La semplice pubblicazione del vostro record BIMI non è sufficiente per stare tranquilli. Dovete ancora assicurarvi che il vostro record BIMI sia valido.

Ottenere visibilità sulle vostre fonti di invio quando siete su p=reject per DMARC è fondamentale per mantenere un flusso coerente di informazioni e un tasso costante di deliverability delle email. I rapporti DMARC analizzati e visualizzati su un dashboard leggibile all'uomo fanno risparmiare tempo e organizzano i dati del vostro dominio in modo efficiente. La configurazione di un analizzatore di rapporti DMARC vi aiuta a gestire e monitorare i vostri domini e servizi ospitati con facilità, permettendovi di modificare le configurazioni dei record in tempo reale con un clic di un pulsante.