Messaggi

La prevenzione della perdita di dati (DLP) è una tecnologia di sicurezza che aiuta a proteggere l'organizzazione dalla perdita di informazioni sensibili. Le soluzioni DLP possono essere applicate in vari punti della rete, tra cui in sede, nel cloud e attraverso i dispositivi mobili.

Che cos'è la prevenzione della perdita di dati (DLP)? 

Data Loss Prevention (DLP) è un termine del settore utilizzato per descrivere una tecnologia che monitora il flusso di dati all'interno di un'organizzazione, con l'intento di impedire ai dipendenti di inviare accidentalmente o intenzionalmente informazioni sensibili all'esterno dell'azienda.

La prevenzione della perdita di dati viene comunemente implementata dalle organizzazioni come parte di una strategia di sicurezza più ampia che comprende anche la crittografia, la protezione dei firewall e la formazione dei dipendenti sulle migliori pratiche di sicurezza.

L'obiettivo del DLP è prevenire la perdita di dati identificando e proteggendo dagli accessi non autorizzati alle informazioni sensibili. Se la vostra azienda possiede informazioni sensibili, come i dati dei clienti o i segreti commerciali, volete assicurarvi che non finiscano nelle mani sbagliate, sia che si tratti di un dipendente scontento o di qualcuno che vuole rubare i numeri delle carte di credito dei vostri clienti.

Ecco alcuni esempi di dati da proteggere:

  1. Numeri di previdenza sociale dei dipendenti
  2. Numeri di carta di credito
  3. Numeri di conto corrente bancario
  4. Nomi e indirizzi dei clienti
  5. I vostri dati di posta elettronica 

DLP per le e-mail: Un utile elenco di documenti

Per prevenire la perdita di dati per i vostri messaggi, potete consultare il seguente elenco di documenti. Questi documenti contengono strategie, politiche, protocolli e liste di controllo per proteggere efficacemente i dati di posta elettronica senza lasciare traccia nelle vostre tasche: 

Perché la prevenzione della perdita di dati (DLP)? Vantaggi e casi d'uso

La prevenzione della perdita di dati (DLP) è una parte fondamentale della strategia di sicurezza di qualsiasi azienda. Aiuta a proteggere l'azienda da un'ampia gamma di minacce, tra cui le violazioni dei dati e le infezioni da malware. La DLP può essere utile per i seguenti motivi: 

6 principali vantaggi della DLP

-Proteggere i documenti sensibili dalla fuga di notizie verso i concorrenti o altre parti attraverso la posta elettronica.

-Impedire il caricamento di informazioni riservate nel cloud da parte di utenti non autorizzati.

-Impedire ai dipendenti di scaricare sui loro dispositivi file contenenti informazioni sensibili.

-Aiuta a proteggersi dalla criminalità informatica

-Assicurare la conformità a normative e politiche come GDPR, HIPAA e PCI-DSS

-Protezione delle informazioni riservate dei dipendenti e dei clienti

3 Principali casi d'uso della DLP

  • La DLP impedisce che i dati sensibili finiscano nelle mani sbagliate o vengano divulgati accidentalmente. Se qualcuno dovesse accedere a queste informazioni attraverso canali non autorizzati, potrebbe utilizzarle per furto d'identità o ricatto; con la strategia di Data Loss Prevention (DLP) in atto, questo non accadrà!
  • Tutti abbiamo sentito storie terribili di violazioni di dati: Target, Facebook, Yahoo!, Equifax: l'elenco continua. Queste aziende sono state violate perché non hanno implementato il DLP o non lo hanno applicato correttamente. E se non avete la DLP, vi state preparando a un disastro.
  • Ci sono diversi modi in cui i dati possono trapelare: possono essere condivisi accidentalmente con il team sbagliato, possono essere accessibili da terzi malintenzionati tramite truffe di phishing o possono essere rubati da un dipendente che vuole vendere i segreti del proprio datore di lavoro al miglior offerente. Con la DLP, è possibile mettere in atto politiche che impediscano il verificarsi di questo tipo di incidenti.

Un approccio in 3 fasi per la sicurezza contro la perdita di dati

Protezione dei dati in movimento

Il termine "dati in movimento" si riferisce ai dati che si muovono su una rete. I dati in movimento possono essere inviati su una rete pubblica, come Internet, o su una rete privata, come una intranet. Possono anche essere inviati tra dispositivi tramite Bluetooth o Wi-Fi. Anche l'invio di un'e-mail tramite SMTP può essere definito come un movimento di dati. 

Proteggere i dati in movimento è importante perché, se non sono protetti, potrebbero essere intercettati da hacker che potrebbero utilizzarli per scopi dannosi. Se, ad esempio, avete una flotta di autocarri, l'uso degli ELD abbinato a un solido DLP può garantire che i vostri dati siano protetti al 100%.

Protezione dei dati in uso

I dati in uso sono i dati che avete generato o a cui avete accesso e che state utilizzando attivamente. Possono essere archiviati localmente sul computer o sul dispositivo mobile dell'utente, oppure possono essere archiviati su un server.

I dati in uso devono essere protetti da accessi non autorizzati e modifiche dannose. Ciò può essere fatto utilizzando i seguenti metodi:

  • Crittografia: crittografia dei dati in modo che solo gli utenti autorizzati possano leggerli.
  • Controllo degli accessi: controllare chi ha accesso ai dati e cosa può fare con essi.

Protezione dei dati a riposo

I dati a riposo si riferiscono alle informazioni memorizzate su un dispositivo, come un disco rigido o una chiavetta di memoria. Possono essere foto, video, documenti o altri file. Si chiamano "dati a riposo" perché non vengono utilizzati nel contesto di un processo attivo, ma restano lì in attesa di essere riutilizzati in un secondo momento.

La violazione dei dati è uno dei maggiori rischi che le aziende devono affrontare oggi. Per proteggersi da questi rischi, le aziende possono utilizzare un software di crittografia che protegge dall'accesso non autorizzato e dal furto di dati importanti memorizzati sui loro dispositivi.

I 3 passi per una prevenzione della perdita di dati di successo

  1. DLP preventivo consiste nell'identificare e bloccare i dati sensibili prima che lascino l'organizzazione.
  2. Detective DLP monitora i segni di una fuga di dati non autorizzata, ad esempio quando un utente tenta di inviare informazioni sensibili al di fuori della rete aziendale.
  3. DLP correttivo aiuta a riprendersi da una violazione della sicurezza ripristinando e contenendo i danni causati dall'incidente, che possono includere il recupero dei dati compromessi e la riparazione di eventuali danni all'infrastruttura di rete.

Tipi di prevenzione della perdita di dati (DLP) 

  1. Whitelisting

Il whitelisting è un tipo di DLP che consente ai dipendenti di accedere solo a determinati file, impedendo loro di accedere ad altri. Questo metodo può essere utilizzato sia con i servizi di cloud storage che con i dispositivi di proprietà dell'azienda.

  1. Lista nera

La blacklist è un tipo di DLP che blocca l'accesso a siti o file vietati, come quelli contenenti allegati dannosi o software pirata. Questo tipo di DLP si basa sui criteri piuttosto che sui registri delle attività dei singoli utenti, rendendolo più efficace del whitelisting nel bloccare l'ingresso di contenuti non autorizzati nel sistema del perimetro di rete, nonostante le autorizzazioni di accesso concesse ai dipendenti dall'assegnazione del ruolo di amministratore IT.

  1. Rilevamento delle anomalie

Il rilevamento delle anomalie monitora l'attività dei dipendenti in tempo reale e segnala le potenziali minacce prima che si trasformino in vere e proprie violazioni, come trasferimenti di file non autorizzati o allegati di posta elettronica contenenti link dannosi inviati a destinatari ignari al di fuori del sistema di protezione del firewall perimetrale dell'organizzazione.

Quali sono i principali tipi di dati che le aziende vogliono proteggere?

Il modo migliore per comprendere le best practice DLP consiste nell'esaminare i diversi tipi di dati che le aziende vogliono proteggere. Esistono tre categorie principali:

  1. Informazioni finanziariecompresi i numeri delle carte di credito, i numeri di previdenza sociale e le informazioni sui conti bancari.
  2. Informazioni di identificazione personale (PII)che comprendono nomi, indirizzi e numeri di telefono.
  3. Informazioni commerciali riservateche comprendono segreti commerciali, documenti finanziari e altri tipi di dati proprietari di partner o fornitori che operano con la vostra azienda.

Le migliori pratiche di prevenzione della perdita di dati (DLP)

Esistono molte best practice per la DLP, ma ecco alcune delle più importanti:

  1. Controllate l'accesso alle informazioni sensibili implementando la gestione delle identità e degli accessi. In questo modo si garantisce che solo gli utenti autorizzati possano accedere ai dati di cui hanno bisogno per svolgere efficacemente il proprio lavoro.
  2. Prestate attenzione alla sicurezza delle e-mail
  3. Assicuratevi che tutti i dipendenti siano formati sull'importanza di proteggere i dati aziendali e di riconoscere le attività dannose relative a tali dati.
  4. Utilizzate tecnologie come la crittografia e gli algoritmi di hashing quando memorizzate dati sensibili su qualsiasi tipo di dispositivo di archiviazione (come dischi rigidi o unità flash). Considerate anche l'utilizzo di software come firewall, sistemi di rilevamento delle intrusioni (IDS), software antivirus, filtri anti-spam e così via, che possono aiutare a proteggere la rete da minacce esterne come virus o worm che potrebbero causare danni se lasciati entrare nelle difese della rete; tuttavia, queste tecnologie devono essere utilizzate con cautela, poiché molte di esse sono state progettate specificamente per l'uso da parte dei consumatori piuttosto che per le esigenze aziendali.
  5. Eseguire regolarmente il backup dei dati per evitare che, in caso di smarrimento o furto di un dispositivo, si perda tutto.
  6. Avere una chiara politica sulla privacy sia per i clienti che per i dipendenti, in modo che tutti sappiano quali informazioni vengono raccolte e come vengono utilizzate.
  7. Creare password forti e uniche per ogni utente. 

Software e strumenti per la prevenzione della perdita di dati (DLP)

Firewall 

Un firewall è un sistema di sicurezza di rete che blocca l'accesso non autorizzato a o da una rete privata. Funziona ispezionando il contenuto di ogni pacchetto che passa attraverso il firewall e determinando se il contenuto del pacchetto corrisponde alla politica di sicurezza del firewall.

Antivirus 

Un antivirus è un programma software che aiuta a prevenire il furto di identità, il software dannoso e altre minacce al computer. Esegue una scansione del computer alla ricerca di virus, worm e trojan. Se viene trovato un virus, l'antivirus lo rimuove. Questo aiuta a prevenire la perdita di dati, in quanto è possibile recuperare i file senza perdere alcuna informazione.

Protocolli di autenticazione e-mail

I protocolli di autenticazione delle e-mail sono un insieme di istruzioni destinate al server che viene utilizzato per identificare il mittente di un'e-mail e verificare che il messaggio non sia stato manomesso. Esempi comuni sono DMARCSPF e DKIM, che è ampiamente utilizzato dagli esperti del settore per una migliore prevenzione della perdita di dati via e-mail.

Strumenti di crittografia dei dati 

Gli strumenti di crittografia dei dati vengono utilizzati per proteggere la riservatezza dei dati convertendoli in una forma illeggibile senza l'uso di una chiave o di una password. Questo processo si chiama crittografia. I dati nella loro forma criptata non sono riconoscibili se intercettati da una parte non autorizzata. In questo modo è impossibile ottenere informazioni preziose dai documenti, evitando così la perdita di dati.

Controllo dell'accesso 

Il controllo e la gestione degli accessi è il processo che garantisce che solo coloro ai quali è stato concesso l'accesso a determinate informazioni possano visualizzarle. Se eseguito correttamente, aiuta a proteggere i dati da perdite e furti.

Implementando un criterio di controllo degli accessi, è possibile impostare le regole per stabilire chi può accedere a quali file sul computer o sul sistema di rete. Ad esempio:

- Potreste consentire a tutti i dipendenti della vostra azienda di accedere a un file, ma solo ai dirigenti di accedere a un altro file.

- Potreste consentire a tutti i dipendenti della vostra azienda di accedere a un file, ma solo a determinati dipendenti di accedere a un altro.

- Potreste consentire a tutti i dipendenti della vostra azienda, ad eccezione di quelli del reparto contabilità, di accedere a un file.

Conclusione

La prevenzione della perdita di dati (DLP) è fondamentale in un'epoca in cui i dati vengono per lo più archiviati, scambiati e riciclati digitalmente. Una piccola falla nel sistema può avere conseguenze di vasta portata. Iniziate a proteggere i vostri dati oggi stesso implementando una strategia efficace di prevenzione della perdita di dati nella vostra organizzazione!

Se inviate dati non criptati attraverso la vostra posta elettronica, potreste volervi proteggere da una situazione di perdita di dati. È qui che entra in gioco la prevenzione della perdita di dati via e-mail con DMARC. La prevenzione della perdita di dati via e-mail (DLP) con DMARC introduce un nuovo livello di protezione per la vostra campagna e-mail.

Il DMARC è utile per applicare i protocolli e gli standard per una forte implementazione della prevenzione della perdita di dati nelle e-mail. Pertanto, impedisce che le informazioni sensibili di un'organizzazione finiscano nelle mani sbagliate.

Che cos'è la perdita di dati via e-mail? 

Quando si parla di perdita di dati e-mail, si intende che l'hacker ha accesso alle vostre e-mail. Può trattarsi di una reimpostazione della password o di un attacco di phishing. In ogni caso, le vostre e-mail sono a rischio.

La perdita di dati e-mail è un problema comune per aziende e privati. Quando i dati e-mail vengono persi, può essere difficile recuperarli.

Può accadere per diversi motivi. La causa più comune è l'errore umano: qualcuno clicca per sbaglio sul pulsante sbagliato o digita l'URL sbagliato. Altre cause includono virus, malware e intercettazioni nefaste, che corrompono il flusso di e-mail di un'organizzazione.

Come può avvenire la perdita dei dati delle e-mail? 

La perdita di dati e-mail può verificarsi nelle seguenti circostanze: 

  • Il vostro account di posta elettronica è stato compromesso 
  • Il vostro dominio e-mail è contraffatto
  • A seguito di attacchi man-in-the-middle
  • Come risultato degli attacchi di spoofing DNS 
  • Come risultato dell'intercettazione delle e-mail in transito
  • Informazioni accidentalmente cancellate o trapelate
  • Le e-mail vengono contrassegnate come spam dal lato del destinatario

Il DMARC aiuta a mitigare la perdita di dati delle e-mail?

Il DMARC può rivelarsi utile contro la perdita di dati di posta elettronica, consentendo ai sistemi di posta elettronica di identificare e gestire i messaggi che potrebbero non essere legittimi.

La prevenzione della perdita di dati via e-mail con DMARC protegge il dominio e-mail dell'organizzazione e altre informazioni di identificazione personale (PII) scambiate via e-mail dalla divulgazione a destinatari indesiderati.

Per ottenere la conformità delle e-mail, è necessario implementare alcuni protocolli e strategie di autenticazione delle e-mail, come ad esempio:

  • SPF e DKIM per identificare i messaggi come provenienti da qualcuno autorizzato a inviarli.
  • Le e-mail vengono inviate ai giusti destinatari
  • Durante le transazioni online via e-mail non si verificano perdite di dati o intercettazioni di comunicazioni.

Questo, a sua volta, offre un elevato grado di protezione contro gli attacchi di spoofing, phishing e ransomware perpetrati tramite posta elettronica. 

La prevenzione della perdita di dati (DLP) è un processo che va oltre gli avvisi e i rapporti per proteggere i dati più sensibili applicando le regole di conformità. Di seguito descriviamo come il DMARC si inserisce in questa soluzione DLP molto proattiva con i suoi molteplici vantaggi per la sicurezza delle e-mail.

1. DMARC invia rapporti sulla visibilità del dominio

Il DMARC è un registro di proprietà dei domini che funge da unica fonte di verità per tutti i domini che inviano messaggi e-mail. Il DMARC consente ai ricevitori di inviare rapporti aggregati che forniscono una serie di informazioni sulle fonti di invio e sullo stato di autenticazione, aiutando a identificare spam, phishing e altre attività nefaste che potrebbero causare la perdita di dati e-mail.

Questi report contengono informazioni come l'indirizzo SMTP del mittente, l'indirizzo SMTP del destinatario e l'oggetto, oltre a informazioni più avanzate come gli indirizzi IP autorizzati e non autorizzati utilizzati per inviare e-mail dai vostri domini, la percentuale di messaggi autenticati correttamente e i casi in cui i protocolli (DMARC, SPF, DKIM) sono stati violati.

Tale visibilità consente di adottare un approccio consapevole al miglioramento del canale e-mail, che può aiutare a prevenire la perdita di dati.

2. Blocca l'invio di messaggi in uscita non validi e di spam.

La perdita di dati e-mail può comportare la perdita di preziosi dati aziendali nelle mani sbagliate. Inoltre, la perdita di dati e-mail può compromettere la reputazione dell'azienda, in quanto le persone non si fidano di voi se sanno che avete perso le loro informazioni riservate.

Il DMARC aiuta a bloccare la consegna di messaggi ridondanti/non desiderati provenienti da fonti di spam che falsificano il vostro nome di dominio.

Ad esempio, DKIM (Domain Keys Identified Mail) utilizza la crittografia a chiave pubblica per firmare i messaggi di un dominio e verificarne l'autenticità. Ciò significa che non vi è alcuna perdita di dati durante il tragitto verso il server ricevente. 

In questo modo si evita anche che gli aggressori man-in-the-middle tentino di intercettare i messaggi prima che raggiungano il destinatario.

3. Blocca i messaggi in arrivo da indirizzi e-mail contraffatti.

Lo spoofing delle e-mail si verifica quando un aggressore invia un messaggio che sembra provenire dal vostro dominio legittimo. Questi messaggi fraudolenti contengono generalmente link di phishing e allegati di ransomware. In questo modo, i dipendenti o i clienti della vostra azienda possono essere indotti ad aprire l'allegato o a cliccare sul link, installando malware sul loro sistema informatico e compromettendo la loro sicurezza.

Il DMARC utilizza l'SPF per impedire che i messaggi di spam in entrata e in uscita provengano da indirizzi e-mail contraffatti. L'SPF fa questo abbinando l'indirizzo IP di un mittente a quello elencato nel record DNS SPF del proprietario del dominio.

Quando i server di ricezione individuano un indirizzo IP diverso, che non corrisponde a quello presente nei record SPF del vostro dominio, utilizzato per inviare illegalmente messaggi di posta elettronica a nome del vostro dominio, sanno che il messaggio non è stato inviato dal vero proprietario del dominio. Tali messaggi non superano l'autenticazione SPF e possono essere segnalati come spam o fraudolenti.

4. Ricevere avvisi istantanei sulle modifiche all'infrastruttura e-mail.

Quando si parla di perdita di dati e-mail, l'unica cosa peggiore di non avere un sistema di allerta è averne uno non abbastanza sensibile. Come proprietari di un dominio, dovete essere in grado di sapere immediatamente quando sono state apportate modifiche alla vostra infrastruttura e-mail, in modo da poter prendere provvedimenti per rispondere efficacemente a tali modifiche, se non sono state apportate da voi.

È qui che entra in gioco il DMARC. Offre alle aziende un modo per monitorare la loro infrastruttura di posta elettronica con un alto grado di sensibilità, perché controlla i segni di abuso e altre attività sospette. Se qualcosa non quadra, invia subito un avviso in modo da poter intervenire subito prima che lo faccia qualcun altro.

Ciò significa che se viene aggiunta o modificata una nuova regola, si riceve un avviso. Questo è utile quando si tratta di prevenire la perdita di dati e-mail su scala, perché consente di sapere immediatamente se c'è stata una violazione nel sistema e-mail.

5. Determina chi invia lo spam

Uno degli aspetti più importanti del DMARC è che riduce il rischio che le vostre e-mail vengano abusate da aggressori che vogliono sfruttare il nome di dominio della vostra azienda per scopi dannosi. Ciò avviene aggiungendo un record nel DNS per ogni e-mail inviata dal vostro dominio, il che vi consente di verificare chi sta inviando spam e perché.

DMARC: non è sufficiente? 

Il DMARC non è sufficiente a prevenire la perdita di dati delle e-mail che può verificarsi per motivi diversi dal phishing, dal ransomware o dagli attacchi di spoofing. Per questo motivo è necessario includere altre misure per una conformità completa. Di seguito ne elenchiamo alcune: 

  1. Backup e ripristino - Si tratta di un'operazione che non è affatto scontata, perché è nell'elenco delle cose che ogni utente deve fare con il proprio computer. Tutto ciò che dovete fare è eseguire regolarmente il backup di tutti i vostri file importanti, in modo che se qualcosa va storto non vadano persi per sempre.
  2. Aggiornare le patch - Sembra una cosa ovvia, ma non tutti sanno quanto sia importante. Se c'è qualcosa che non va nel vostro sistema operativo, le patch devono essere installate subito, in modo che nulla vada storto con il vostro server di posta elettronica o con altri problemi legati al software, con il risultato di perdere di nuovo tutti i file importanti.
  3. Utilizzate la verifica in due passaggi per tutti i vostri account.
  4. Mantenete la vostra password forte e unica
  5. Utilizzate un filtro antispam che utilizza la tecnologia di apprendimento automatico
  6. Utilizzate un provider di servizi di posta elettronica affidabile, che abbia un'esperienza consolidata nella protezione dei dati dei clienti.
  7. Assicuratevi che i server del provider di servizi di posta elettronica si trovino nello stesso Paese in cui si trovano i server della vostra azienda, in modo che possano essere monitorati e regolamentati dalle autorità locali, se necessario.
  8. Non memorizzate le informazioni sensibili sui vostri dispositivi personali o nel cloud, ma utilizzate server dedicati solo a questo scopo.

Siamo qui per aiutarvi a prevenire la perdita di dati e-mail con DMARC

L'e-mail è un potente strumento di comunicazione per le aziende, ma può anche essere sfruttato come un'arma distruttiva se cade nelle mani sbagliate.

Fortunatamente, monitorando i risultati dell'autenticazione, potete assicurarvi che le e-mail non vengano mai inviate o ricevute da persone non autorizzate.

Ed è proprio questo che il nostro analizzatore di rapporti DMARC fa!

Questo strumento di analisi DMARC svolge un ruolo fondamentale nella prevenzione della perdita di dati via e-mail, aiutandovi a monitorare il vostro livello di conformità nel corso dei mesi, a ricevere avvisi via e-mail sugli incidenti forensi, a crittografare i dati forensi per evitare la fuga di dati e a passare a criteri applicati per i vostri protocolli di autenticazione per bloccare gli attacchi in tempo reale.